Ottobre: mese dell’affido – Due film a San Zeno

In occasione del ‘𝐌𝐞𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐀𝐟𝐟𝐢𝐝𝐨’ quest’anno la nostra 𝐜𝐚𝐦𝐩𝐚𝐠𝐧𝐚 𝐝𝐢 𝐬𝐞𝐧𝐬𝐢𝐛𝐢𝐥𝐢𝐳𝐳𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 prevede due giornate all’insegna del grande 𝐂𝐢𝐧𝐞𝐦𝐚 che è capace di raccontare l’affido familiare e le tematiche legate ai minori.
Vi invitiamo alla proiezione di 𝐝𝐮𝐞 𝐟𝐢𝐥𝐦 𝐬𝐮𝐥 𝐩𝐢𝐚𝐧𝐞𝐭𝐚 𝐝𝐞𝐢 𝐛𝐚𝐦𝐛𝐢𝐧𝐢 al Centro Polivalente San Zeno, in Via San Zeno, 17 a Pisa.
– domenica 2 Ottobre h. 17,00: “𝐋𝐞 𝐜𝐡𝐢𝐚𝐯𝐢 𝐝𝐢 𝐜𝐚𝐬𝐚 ” di Gianni Amelio
– domenica 16 Ottobre h. 17,00: “𝐊𝐨𝐥𝐲𝐚” di Jan Svěrák
Un’occasione speciale per incontrarci, dedicata a chi ha domande, curiosità legate a questo tema a noi caro.
Sarà per tutti un 𝐦𝐨𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐫𝐢𝐟𝐥𝐞𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐞 𝐜𝐨𝐧𝐟𝐫𝐨𝐧𝐭𝐨 e avremo l’opportunità di conoscerci, confrontarci sulle singole esperienze e sulla disponibilità di ognuno per un 𝐟𝐮𝐭𝐮𝐫𝐨 𝐝𝐚 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐫𝐮𝐢𝐫𝐞 𝐢𝐧𝐬𝐢𝐞𝐦𝐞.
L’ingresso è gratuito!
Confidiamo nella vostra partecipazione e diffusione dell’iniziativa tra i vostri conoscenti interessati all’affidamento familiare.
Dopo la proiezione ci sarà spazio per un confronto sulle tematiche affrontate e le emozioni sollecitate.
Vi aspettiamo numerosi!

5×1000 anno 2022

Cari soci e sostenitori
Come sapete Famiglia Aperta è una Associazione che si dedica all’Affidamento Familiare e lo promuove come via da seguire quando gravi problemi non consentono alle famiglie naturali di occuparsi dei propri figli. Noi cerchiamo di offrire a questi ragazzi un’opportunità per ottenere un diritto che dovrebbe essere di tutti i bambini: crescere e formarsi in un ambiente sereno, al riparo dal rischio e dal disagio.
Sul nostro sito e nella nostra pagina Facebook  potete vedere alcune iniziative che promuoviamo per sensibilizzare le famiglie, sostenere quelle affidatarie e per la protezione dell’infanzia.
In proposito, ci piace sottolineare il lavoro che svolgiamo con la comunità a dimensione
familiare “Croce del Sud”, che abbiamo aperto a Caprona nel 1995 grazie alla determinazione dei volontari di Famiglia Aperta e alla Diocesi di Pisa, che ha concesso in comodato la grande casa che accoglie i ragazzi. Alle spese di gestione si fa fronte con il contributo dei Servizi Sociali che ci affidano i bambini.
Purtroppo questi contributi cessano al raggiungimento del 18° anno dei ragazzi, ad un’età che non può certo corrispondere alla possibilità di vivere autonomamente: quasi tutti i ragazzi vanno ancora a scuola ……speriamo per diversi altri anni ancora.

Abbiamo così fatto partire il progetto “Verso l’autonomia” per aiutarli a completare gli studi, a cercare un lavoro e una casa, a trovare la propria strada, magari potendo contare sul supporto di famiglie o singoli disposti ad ospitarli.
Se anche voi pensate, come noi, che si può davvero trasformare il loro sogno in realtà, vi chiediamo di sostenerci destinando il 5 x 1000 dell’IRPEF a Famiglia Aperta, apponendo, nel riquadro del sostegno al volontariato della Certificazione Unica, del mod. 730 o della “Dichiarazione Redditi Persone fisiche”,

la vostra firma ed il codice fiscale di FAMIGLIA APERTA
93019130504

Vi ringraziamo per l’attenzione che ci avete prestato e vi invitiamo a prendere contatto con noi (presidenza.famigliaaperta@gmail.com) per illustrarvi meglio cosa facciamo, cosa ci piacerebbe fare ed in particolare il funzionamento della Comunità familiare di Caprona ed il progetto “Verso l’Autonomia” per cui chiediamo il vostro aiuto.

Il Presidente
(Anna Maria D’Antona)

5 x 1000 anno 2019

Caro socio e caro amicosai bene che Famiglia Aperta è una Associazione che si dedica all’Affidamento Familiare e lo promuove come via da seguire quando gravi problemi non consentono alle famiglie naturali di occuparsi dei propri figli. Noi cerchiamo di offrire a questi ragazzi più sfortunati un’opportunità per garantire un diritto che dovrebbe essere di tutti i bambini: crescere e formarsi in un ambiente sereno, al riparo dal rischio e dal disagio.

Molte sono le iniziative che promuoviamo per sensibilizzare le famiglie, sostenere quelle affidatarie e per la protezione dell’infanzia. In proposito, ci piace sottolineare il lavoro che svolgiamo con la comunità a dimensione familiare “Croce del Sud” che abbiamo aperto a Caprona nel 1995 grazie alla determinazione dei volontari di Famiglia Aperta ed al contributo economico di enti pubblici e privati ed alla Diocesi di Pisa.

Alle spese di gestione si fa fronte con il contributo dei Servizi Sociali che ci affidano i bambini con il grosso limite che purtroppo questi contributi cessano al raggiungimento dei 18 anni dei ragazzi, ad un’età che non può certo corrispondere alla possibilità di vivere autonomamente: quasi tutti i ragazzi vanno ancora a scuola ……speriamo per diversi altri anni ancora.

Abbiamo così fatto partire il progetto “Verso l’autonomia” per aiutarli a finire gli studi, a trovarsi un lavoro, a trovarsi una casa, a cercare di farsi la propria strada in modo sereno nei tempi e nei modi giusti.

Se anche tu credi, come ci crediamo noi, che si può davvero trasformare questo sogno in realtà ti chiediamo di sostenerci destinando il 5 x 1000 delle tue imposte a Famiglia Aperta, apponendo, nel riquadro del sostegno al volontariato della Certificazione Unica, del mod. 730 o della “Dichiarazione Redditi Persone fisiche”,

la tua firma ed il codice fiscale di FAMIGLIA APERTA

93019130504

Ti ringraziamo per l’attenzione che ci hai prestato e ti invitiamo a prendere contatto con la nostra Associazione di volontariato per illustrarti meglio cosa facciamo, cosa ci piacerebbe fare ed in particolare il funzionamento della Comunità familiare di Caprona ed il progetto “Verso l’Autonomia” per cui chiediamo il tuo aiuto.

Pilar ed il suo impegno verso i minori

Il 25 novembre, in occasione della giornata internazionale dei diritti dei bambini,  nel Centro Polivalente di San Zeno di Pisa si è tenuto un incontro per ricordare l’opera svolta in loro favore da Annamaria Columbu, da tutti conosciuta come Pilar.

Molte persone hanno partecipato all’incontro, oltre a Gino e ai figli, tanti amici di una vita, colleghi e volontari dell’Associazione Famiglia Aperta da lei fondata nel 1993.

Ci sono stati momenti di commozione e di gioia, che non nascondevano il rimpianto per una perdita di una persona così cara a tanti.

Un saluto ancora a Pilar dagli amici di Famiglia Aperta